alberghi NO ECOBALLE A CASERTA: S. Stefano
alberghi

mercoledì 26 dicembre 2007

S. Stefano

Diario

La relazione di inidoneità dell’ARPAC ha scaldato il cuore dei cittadini che presidiano la principale via di accesso a Carabottoli. Ma il freddo si fa sentire comunque, anche se l’organizzazione è veramente accogliente e squisita. Oggi chi ha deciso di trascorrere S. Stefano al presidio ha potuto assaporare un maialino alla piastra e, vi assicuro, era molto buono.

Al campo indiano oggi è stata la volta della visita anche di alcuni deputati Casertani. La cosa ci ha fatto molto piacere perché interpretiamo questo fatto come un segnale positivo. Se la politica si riavvicina al territorio è evidente che siamo sulla buona strada e il pericolo si allontana.

Tutti sperano, comunque, che l’uomo bianco non sia venuto a parlare con lingua biforcuta.

Pensiero

La pioggia scende sui campi stellati e sembra che anch’essa voglia proteggere quelle terre dall’uomo e dai suoi istinti peggiori.

Domani

Intanto domani a Carinola si dovrebbe celebrare il consiglio comunale per la revoca della delibera che portò all’approvazione del punto all’ordine del giorno che prevedeva l’indicazione al commissario Pansa del sito alternativo di Carabottoli.

Per onestà intellettuale e per arginare definitivamente ogni speculazione ricordiamo a noi stessi e a chi legge che il punto che prevedeva l’indicazione del sito alternativo di Carabottoli è stato approvato dal consiglio comunale di Carinola grazie al voto favorevole di:

5 consiglieri di Casanova (4 di maggioranza e uno di minoranza);

1 consigliere di maggioranza di Carinola;

2 consiglieri di minoranza di Casale;

2 consiglieri di minoranza di Nocelleto.

Mentre su tale punto hanno votato contro l’indicazione di Carabottoli come sito alternativo:

il Sindaco di Carinola;

3 consiglieri di maggioranza di Nocelleto,

1 consigliere di maggioranza delle Ville,

1 consigliere di maggioranza di Casale.


1 consigliere di maggioranza era assente

In sintesi, la minoranza consiliare del Comune di Carinola, ha dato sostegno ai consiglieri di maggioranza di Casanova (che possono però invocare l’attenuante della minaccia incombente), assumendodo su di se la responsabilità politica della scelta di indicare al prefetto Pansa il sito alternativo di Carabottoli.

Domani il consiglio di Carinola è chiamato a rivedere quella scelta anche per la esplicita richiesta del comitato Terra Felix e per l’inidoneità certificata dall’ARPAC … staremo a vedere

1 commento:

keko ha detto...

Sono d'accordo con voi e vi sostengo nel non volere le discariche fonti di tumori e morte, ma non riesco capire qual'è la soluzione che volete portare avanti. La risposta è solo copiando i comuni del nord (non solo Italia!) che hanno livelli alti di raccolta differenziata e il resto va ai termovalorizzatori con cui si produce energia! Portate avanti anche voi questa soluzione positiva e non fermatevi a dire "NO"!
Vi auguro di riuscire a portare a termine (finalmente)questa battaglia per i vostri figli, per l'Italia e per l'immagine della bellissima Campania.